Il palazzo Comunale - Ex monastero delle Monache benedettine.
lunedì, ottobre 30, 2006, 12:24 AM - Strade e Contrade

Il monastero, fondato intorno alla metà del sec. XIV, era inizialmente costituito dalla parte più alta dell’attuale complesso comunale che è ora adibita a scuole elementari ed asilo infantile con annessa chiesa e chiostro.

Nella seconda metà del sec. XVIII (1762-64) la chiesa fu completamente ristrutturata ed il monastero ampliato con l’aggiunta della parte prospiciente l’attuale via Roma, avente il sottostante portico.

Le religiose furono costrette ad abbandonare il loro monastero una prima volta nel 1810, dopo la soppressione d’epoca napoleonica, ma vi poterono ritornare nel 1822. Vi abitarono ancora fino al 1880, quando furono nuovamente costrette a lasciarlo dopo la demanializzazione dei beni delle congregazioni religiose seguita all’unità d’Italia.

Tutto il complesso monastico e la chiesa, che venne sconsacrata, passò allora in proprietà al Comune che lo adibì in parte a scuole e ad altri usi pubblici ed in parte a sede municipale. V’ebbe anche sede la caserma dei Carabinieri. La sede municipale, negli anni 50 del secolo scorso, venne trasferita in piazza per alcuni decenni mentre la parte più alta del complesso venne adattata a sede delle scuola media. Dopo un completo restauro dell’edificio, terminato nel 1992, la sede municipale venne riportata ancora nell’ex monastero ove ancora si trova. La chiesa ed il chiostro sono usati per manifestazioni varie, conferenze e mostre.

  |  permalink   |   ( 3 / 1583 )


Indietro Altre notizie