Le Macchie
giovedì, dicembre 7, 2006, 02:45 PM - Strade e Contrade
In questa frazione appena fuori dal territorio Santangiolese, lungo il corso del fiume Fiastra, nel comune di Ripe San Ginesio, sorge L'abbazia di Santa Maria alle Macchie,
di cui si ha memoria certa già nell'anno 1171 . Il complesso abbaziale venne pesantemente ristrutturato nel XVII secolo da parte del Cardinale commendatario Pallotta per essere trasformato in abitazione.



La Chiesa è a navata unica con presbiterio rialzato e tripartito da due ampi arconi, con tribuna a nove gradini. Intatta è rimasta la sola cripta,divisa in sette navatelle poggianti su colonne in laterizio. Notevole soprattutto la presenza di alcuni frammenti antichi provenienti dalle rovine della vicina città romana di "Urbs Salvia", riutilizzati come capitelli nella colonne della cripta. Tra essi si segnalano un cippo miliario che reca iscritto il nome dell'imperatore Costanzo II e un "omphalos".




  |  permalink   |   ( 3.1 / 2667 )


Indietro Altre notizie